vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Macello appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Passaporto

Scheda del servizio

COSA E'


Il passaporto ordinario è un documento, rilasciato dalla Questura, che attesta l'identità del titolare e valido per espatriare nei paesi riconosciuti dallo Stato italiano.
La Questura rilascia soltanto il passaporto elettronico che è dotato di particolari caratteristiche di stampa anticontraffazione e di un microprocessore che consente la registrazione dei dati, certificati elettronicamente, riguardanti il titolare del documento e l'Autorità che lo ha rilasciato. Un regolamento comunitario prevede l'acquisizione anche delle impronte digitali. L'emissione del nuovo documento di viaggio, previsto da un impegno comune europeo, consentirà di beneficiare del Visa Waiver Program che autorizza l'ingresso negli Stati Uniti od il transito nei suoi aeroporti senza la necessità di visto.
Potranno infatti entrare o transitare negli Stati Uniti in esenzione di visto solo i titolari di:
- passaporto con microchip elettronico inserito nella copertina, unico tipo di passaporto rilasciato in Italia dal 26 ottobre 2006,

Per usufruire del programma "Visa Waiver Program" (Viaggio senza visto) è necessario:
- viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo,
- rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni,
- possedere un biglietto di ritorno.
In mancanza anche di uno dei requisiti elencati, è necessario richiedere il visto. Ricordiamo che il passaporto deve essere in corso di validità: la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

A CHI SERVE


Ai cittadini che intendono recarsi all'estero nei paesi non appartenenti all'Unione Europea per i quali è sufficiente la carta d'identità. Per i minori di anni 10 l'uso del passaporto ordinario individuale è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure che venga menzionato sul passaporto stesso o in una apposita dichiarazione (prodotta e sottoscritta da chi sul minore esercita la potestà genitoriale e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto) il nome della persona o dell'ente cui il minore viene affidato.

Dal 25 novembre 2009 cambiano le regole per i passaporti dei minorenni. Chi deve richiedere un passaporto per i bambini deve farne uno individuale: i minori non possono più essere iscritti su quello dei genitori (o tutori o altre persone delegate ad accompagnarli). Le regole valgono solo per le nuove richieste mentre non riguardano i documenti rilasciati fino al 24 novembre 2009, che rimarranno validi fino alla scadenza.

CHI LO RILASCIA


Si comunica che da lunedì 8 febbraio non sarà più possibile inoltrare le domande di passaporto tramite l’Ufficio Anagrafe perché è diventata obbligatoria l’acquisizione delle impronte digitali del richiedente presso gli sportelli dell’Ufficio Passaporti della Questura di TORINO. Per il territorio del Comune di Macello la Questua di riferimento è:- il Commissariato MIRAFIORI che si trova in Via Olivero 15 (vicinanze Tribunale Minori) orario dal lunedì al sabato dalle ore 09:00 alle ore 13:00 - Tel. 011-6177511


L’Ufficio Anagrafe del Comune di Macello rimane a disposizione per la raccolta della firma sull’istanza e della legalizzazione della fotografia ed, eventualmente, per la verifica della completezza della documentazione al fine di consentire una più agevole presentazione della domanda presso gli sportelli della Questura di Torinoara. Soltanto per i minori di anni 12 non è prevista l’acquisizione delle impronte digitali.

COSA PRESENTARE

Richiedente maggiorenne senza figli minori
Allegare la seguente documentazione:
• 2 foto formato tessera identiche e recenti di cui una autenticata
• 1 marca di concessioni governative di € 40,29 per passaporto
• 1 ricevuta di versamento di € 42,50 per il formato unificato di 48 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico",
• un documento di riconoscimento valido
• il passaporto scaduto (solo per coloro che ne sono in possesso)

Richiedente maggiorenne coniugato o convivente con figli minori di anni 18
Allegare la seguente documentazione:
• 2 foto formato tessera identiche e recenti di cui una autenticata,
• 1 marca di concessioni governative di € 40,29 per passaporto,
• 1 ricevuta di versamento di € 42,50 per il formato unificato di 48 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico",
• fotocopia di un documento di riconoscimento valido,
• il passaporto scaduto (solo per coloro che ne sono in possesso),
• assenso del coniuge o convivente.

Richiedente divorziato o separato con figli minori di anni 18
Allegare la seguente documentazione:
• 2 foto formato tessera identiche e recenti di cui una autenticata,
• 1 marca da bollo da € 40,29 cc.gg. per passaporti,
• versamento di € 44,66 per il formato unificato di 48 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico",
• fotocopia di un documento di riconoscimento valido,
• il passaporto scaduto (solo per coloro che ne sono in possesso),
• Nulla Osta del Giudice Tutelare in mancanza dell'assenso di entrambi i genitori.
Il nulla osta non deve essere prodotto se il richiedente è l'unico esercente la potestà sul minore, quindi, ad esempio, anche nel caso di genitore vedovo.

Richiedente minorenne
Allegare la seguente documentazione:
• 2 foto formato tessera identiche e recenti di cui una autenticata,
• 1 marca di concessioni governative di € 40,29 per passaporto,
• 1 ricevuta di versamento di € 44,66 per il libretto di 32 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico",
• fotocopia di un documento di riconoscimento valido,
• il passaporto scaduto (solo per coloro che ne sono in possesso),
• assenso dei genitori, o Nulla Osta del Giudice Tutelare.

Altri casi
Per tutti i casi non contemplati rivolgersi direttamente all'Ufficio Passaporti della Questura.

Per tutti i casi sopra indicati allegare sempre il vecchio passaporto o denuncia di smarrimento dello stesso.

Duplicato del passaporto in corso di validità in caso di smarrimento, furto o esaurimento pagine.
· versamento di € 42,50 per il per il formato unificato di 48 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico",
· 2 foto formato tessera identiche e recenti,
· assenso del coniuge/convivente (se coniugato/convivente con figli minori),
· 1 marca cc.gg. da € 40,29.
La marca cc.gg. da € 40,29 non si deve produrre se il passaporto smarrito, rubato o esaurito nelle pagine è stato rilasciato nell'anno in corso.
Relativamente all'assenso del coniuge/convivente può far fede quello prestato all'atto della richiesta del passaporto smarrito, rubato o esaurito ad eccezione dei casi in cui sia mutata, nel frattempo, la situazione familiare (separazione, divorzio, cessata convivenza).
In questi casi il documento rilasciato avrà la stessa scadenza del vecchio.

DURATA

Il passaporto ha una validità di dieci anni, ma in taluni casi previsti dalla normativa vigente ad esso può essere attribuito un periodo di validità inferiore.
In applicazione della disciplina comunitaria la validità dei passaporti individuali per i minori viene differenziata a seconda dell'età:
- per i minori di età inferiore a 3 anni il passaporto vale 3 anni,
- per i minori dai 3 ai 18 anni il passaporto vale 5 anni.

COSTI

Marca di concessioni governative di € 40,29 per passaporto e versamento di € 42,50 per il per il formato unificato di 48 pagine sul C/C Postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per il rilascio del passaporto elettronico".
E' bene ricordare che la marca da € 40,29 vale 365 giorni il primo anno dalla data del rilascio/rinnovo del passaporto. Per gli anni successivi la scadenza delle successive marche fa riferimento alla data (giorno e mese) dell'emissione del passaporto (esempio: passaporto rilasciato il 10 aprile 2010, scadenza marca 9 aprile 2011, 9 aprile 2001, 9 aprile 2013, 9 aprile 2014)
Non è neanche più necessario apporre la marca sul passaporto nel caso ci si rechi soltanto in Paesi aderenti all'Unione Europea (Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria).
http://poliziadistato.it/articolo/10301-Il_Rilascio
http://poliziadistato.it/pds/file/files/chiarimenti_contrassegno.pdf

LE FOTOGRAFIE
La Questura di Torino, competente al rilascio ed al rinnovo del passaporto, a seguito della nota del Ministero dell'Interno n. 400/A/2005/1501/P/23.13.27 del 5 dicembre 2005 ha diramato delle indicazioni ufficiali in merito alle caratteristiche tecnico- qualitative delle fotografie da allegare alla domanda per ottenere il passaporto:

QUALITA' DELLA FOTOGRAFIA
Le fotografie devono presentare le seguenti caratteristiche:
- non anteriori a sei mesi
- avere una larghezza di 35-40 mm
- primo piano della testa e della parte alta delle spalle in modo che il viso occupi il 70-80% della fotografia
- essere perfettamente a fuoco e nitide
- essere di alta qualità senza segni di inchiostro o piegature.
Le fotografie devono:
- mostrare la persona che guarda direttamente l'obiettivo
- mostrare il colore della carnagione in modo naturale
- possedere sufficiente luminosità e contrasto
- essere stampate su carta di alta qualità e ad alta definizione.
Le fotografie stampate con fotocamera digitale devono avere un colore di alta qualità ed essere stampate su carta ad alta resa fotografica.

STILE E ILLUMINAZIONE
Le fotografie devono:
- avere un colore neutro
- mostrare gli occhi della persona aperti e chiaramente visibili - senza capelli che li coprano
- mostrare la persona rivolta direttamente all'obiettivo, che non guarda al di sopra della spalla (stile ritratto) o con il capo inclinato, e che mostra ben visibili entrambi i lati del viso in modo chiaro
- essere scattate su uno sfondo semplice di colore chiaro
- essere scattate con un'illuminazione uniforme e non presentare ombre o riflessi del flash sul viso o effetto "occhi rossi".

OCCHIALI E COPRICAPO
Se portate gli occhiali:
- la fotografia deve mostrare gli occhi in modo chiaro e senza riflesso del flash sulle lenti, senza lenti ombreggiate (se possibile, evitare le montature pesanti - indossate occhiali dalla montatura più leggera, se li possedete)
- assicuratevi che la montatura non copra alcuna parte degli occhi.
Copricapo:
- non è consentito alcun copricapo se non per motivi religiosi, ma deve mostrare chiaramente i tratti del viso dalla punta del mento alla sommità della fronte e si devono poter vedere chiaramente entrambi i lati del volto.

ESPRESSIONE ED INQUADRATURA:
La fotografia deve:
- mostrare unicamente la persona (senza schienali di sedie, giocattoli o altre persone visibili) mentre guarda l'obiettivo con un'espressione naturale e la bocca chiusa.

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Responsabile Maria Grazia Castagno
Indirizzo Via Vigone, 1 - (Primo piano)
Telefono 0121.340301
Fax 0121.340126
EMail demografici@comune.macello.to.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
Lunedì 10.00 - 13.00
martedì 10.00 - 13.00 / 16.00 - 17.30
Mercoledì 10.00 - 13.00
Giovedì 10.00 - 13.00 / 16.00 - 17.30
Venerdì 10.00 - 13.00

Modulistica